Tanti infortuni per Del Neri ma Costinha fa sorridere ATALANTA OGGI TERMINA IL RITIRO DI ROVETTA - Comune di Rovetta

archivio notizie - Comune di Rovetta

Tanti infortuni per Del Neri ma Costinha fa sorridere ATALANTA OGGI TERMINA IL RITIRO DI ROVETTA

 

Tanti infortuni per Del Neri ma Costinha fa sorridere ATALANTA OGGI TERMINA IL RITIRO DI ROVETTA

ANCORA DUE sedute d'allenamento sul campo di Rovetta e stasera i nerazzurri lasceranno definitivamente il ritiro in Alta Valle Seriana per raggiungere il quartier generale atalantino di Zingonia. Qui passeranno la nottata e domattina partiranno per il Belgio, dove alle 16 sfideranno in amichevole il Mons, formazione della Jupiter League. Intanto mister Del Neri può archiviare con soddisfazione il lavoro svolto nei venti giorni di "clausura" in montagna, ma allo stesso tempo si trova a fare i conti con una serie di infortuni che certo non faciliterà il suo compito nelle prossime settimane. Il malato più famoso è Bobo Vieri, finito ko domenica scorsa dopo 30' del test col Varese (per il riacutizzarsi di una vecchia lesione al retto femorale sinistro), e atteso ora da un periodo di stop di sei settimane, che gli impedirà di essere disponibile per l'inizio del campionato. In infermeria poi ci sono anche Pellegrino, Rivalta e Cerci, con il primo che rischia a sua volta di non essere pronto per il debutto contro il Siena, in programma il 31 agosto al Comunale. Una situazione davvero poco invidiabile, dunque. Sebbene non manchino, alla fine del periodo di ritiro, anche delle indicazioni positive. VEDI ad esempio la situazione del lusitano Francisco Costinha, ex campione d'Europa e del mondo col Porto, che nella scorsa stagione in nerazzurro fu bersagliato dalla sfortuna (solo 54' in campo per lui, nella prima casalinga contro il Parma il 2 settembre) e che adesso, gettate le bende, sembra in grado di recitare un ruolo di primo piano nella nuova Atalanta. Ma in questi giorni Del Neri è rimasto colpito anche dalla qualità e dalla personalità dei giovani Manzoni (lo scorso anno a La Spezia), Bonaventura e Marconi, tutti e tre ormai certi di essere confermati in organico. Mentre sono destinati a cambiare maglia entro la chiusura della campagna trasferimenti gli attaccanti Cisse e Defendi.

Ennio Arengi

IL GIORNO


Pubblicato il 
Aggiornato il